Stanno arrivando

Agosto 2020

In questo periodo di COVID, dove alla preoccupazione per questo male si accompagna anche la crescente consapevolezza della necessità della salvaguardia dell’Ambiente, i Bolgaresi devono affrontare questa ulteriore tegola.

Con Delibera G.C. n.56 del 22/06/2020è stata approvata la realizzazione in Via Manzoni di un impianto di stoccaggio e trattamento di rifiuti liquidi (ATTIVITÀ INSALUBRE DI PRIMA CLASSE) da parte della ditta Franchini S.p.A. L'impianto che sta per essere realizzato sorgerà a nord di Bolgare presso l'area "ex Citterio". La delibera accetta una modifica delle condizioni economiche a favore della Franchini contenute nella precedente delibera 41 sempre del 2020, obbligando di fatto il Comune di Bolgare ad accettare lavorazioni ancora più gravose dal punto di vista ambientale.

Un impianto impattante

Agosto 2020

Premettiamo che l’insediamento di impianti per il trattamento dei rifiuti è materia molto controversa perché comporta un rischio ambientale per ogni comune che li accetta. In genere viene sempre definita una contropartita economica a titolo di indennizzo e vengono posti vincoli e limiti per poterne controllare lo sviluppo eccessivo (si veda l’area di Montello).

L'operazione in questione ha contorni poco chiari, partendo dalla scelta di non mettere a conoscenza il Consiglio Comunale di questa operazione, preceduta da piccoli passi convergenti, attuati nel tempo senza apparente connessione.

La storia parte da lontano

Per questa mancata trasparenza Spazio Comune, dopo aver chiesto ripetutamente al Sindaco Redolfi un confronto, ha ricorso al TAR per fare valere le proprie ragioni che riteniamo essere anche le ragioni del paese.

Punti oscuri

Settembre 2020

La segretezza con la quale si è condotta tutta la vicenda non è purtroppo l’unico aspetto poco chiaro. Altri punti che portiamo all’attenzione dei Bolgaresi sono elencati di seguito. Per ciascuno forniremo dettagli in puntate successive.

  • La scelta politica di consentire l’insediamento di un impianto di questo tipo sul nostro territorio già provato dal punto di vista ambientale (e di questo impianto Bolgare non ne ha proprio bisogno). Read More
  • Nessun dettaglio, nessun vincolo, nessuna verifica del tipo e della quantità di rifiuti che verranno conferiti nell’impianto è stata inserita nella convenzione, anzi si parla di lavorazioni anche per conto terzi: potranno arrivare rifiuti da tutta Italia e forse anche oltre. ...a presto
  • Aspetti economici previsti: i ritorni economici per il paese sono a dir poco risibili considerata la tipologia di impianto e con l’ultimo chiarimento fornito è possibile che non vengano mai davvero pagati....a presto
  • Contrasto con le indicazioni presenti nel PGT: gli stessi membri di questa Amministrazione avevano stabilito una regola che vietava esplicitamente l’insediamento di impianti di trattamento rifiuti e con determinazione si erano opposti a suo tempo all’insediamento della discarica poi realizzata in quel di Costa di Mezzate. ...a presto
  • La realizzazione di una nuova conduttura fognaria da parte di Uniacque ad uso della Franchini il cui costo ricadrà per buona parte sul paese di Bolgare. ...a presto
  • In queste pagine, in puntate successive, troverete i dettagli sull’argomento.

Cosa possono fare i cittadini

Oggi

E' importante che i Bolgaresi chiedano che venga rispettato il loro diritto a sapere. Sapere come vengono spesi i soldi pubblici, sapere come viene utilizzato il loro territorio, sapere a quali rischi viene sottoposta la loro salute.

Parlatene, discutetene, fate sapere come la pensate. noi continueremo a richiedere un confronto sospendendo ogni decisione finora presa.

Chiedere oggi è meglio che lamentarsi domani!