PRONTI! PARTENZA! VIAAAA all’impianto di trattamento e smaltimento rifiuti!

Bolgare, 5 gennaio 2021

Accordato il consenso, con la delibera di Giunta del Novembre 2018, all’insediamento nell’area Milesi dell’attività produttiva della Franchini Spa … “con impianto di depurazione” (che ora, dopo quanto emerso dagli approfondimenti, possiamo ormai chiamare “impianto di stoccaggio, trattamento e smaltimento di rifiuti speciali”), l’Amministrazione Serughetti procede spedita con azioni senza apparenti connessioni, ma convergenti , a portare a traguardo gli accordi presi nella più ricercata discrezione.

Si comincia a dare una “aggiustatina” all’area Milesi togliendole alcuni vincoli che gravavano sulla stessa. Infatti, il Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) prevedeva su buona parte di questa area un uso … ”ai fini agricoli e/o per finalità di interesse pubblico connesso con gli interventi di riqualificazione ambientale e/o paesistica” con divieto di (nuovi) insediamenti ed edificazioni, diversi da quelli eventualmente già esistenti. Ricordiamo che questa era un’area occupata degli allevamenti di suini della Ex Citterio Spa che un po’ di problemi ambientali aveva creato storicamente al paese di Bolgare (puzze, scarichi di liquami sul suolo, nel suolo e nelle rogge…).

In data 27 Dicembre 2018 con delibera di Consiglio Comunale n. 66 (…qualche volta, quando fa comodo, il Consiglio Comunale viene coinvolto) vengono quindi eliminati dall’area Milesi i vincoli provinciali e vengono rettificati gli elaborati del PGT di Bolgare rendendo completamente utilizzabili le aree per l’edificazione. Se vogliamo leggere insieme la delibera, eccola in allegato: ( )

La delibera ha tolto i vincoli provinciali non solo alla Milesi, ma anche a 2 ulteriori aree del territorio comunale, il Comune acquisiva maggiori possibilità e libertà di rendere utilizzabili tali aree conoscendo, meglio della provincia, le effettive caratteristiche paesistico ambientali delle stesse. Sarebbe stato tuttavia opportuno cogliere almeno lo spirito delle indicazioni provinciali sugli aspetti di inserimento paesaggistico degli insediamenti e delle attività, da considerarsi nelle valutazioni delle proposte dei Piani Attuativi, ma come ormai ci hanno insegnato queste Amministrazioni, lungimiranza, progettualità e visione prospettica non sono nelle loro corde.


La strada era quindi pronta per l’adesione all’arrivo sull’area delle attività insalubri e dell’impianto di trattamento e smaltimento dei rifiuti speciali proposti da Franchini-Milesi già accordata con la delibera del Novembre 2018.


La storia continua......altri aggiustamenti e un tubo molto costoso

Home